Beauty Brands italiani in ascesa su Instagram: quali sono secondo WWD

Nel settore beauty in particolare, c’è una recente tendenza al cambiamento e alla scoperta dei marchi indie. I Beauty Brands italiani in ascesa su Instagram

L’Italia, patria dell’arte e della cultura letteraria, ha una posizione di rilevanza storica internazionale anche in 5 settori Made in Italy, pilastri della nostra economia.

Moda

L’Italia è il punto di riferimento del settore fashion e dello stile senza bisogno di presentazioni, con aziende che fatturano tra i 3 e i 9 miliardi di Euro l’anno. Stiamo parlando di marchi come Luxottica, Armani, Prada e via dicendo.

Arredamento

In questo settore siamo nell’ordine del miliardo di Euro di fatturato l’anno, il legno e soprattutto l’artigianato sono molto apprezzati in patria e all’estero. Pensiamo ad esempio a Poltronesofà, Friul Intagli Industries, Natuzzi e Scavolini.

Food

Altro caposaldo culturale italiano, molto apprezzato fuori dallo stivale, comprende aziende come Parmalat, Barilla e Cremonini che producono ed esportano beni per un fatturato annuo stimato tra i 4 e i 7 miliardi di Euro.

Editoria

Gruppi come Mondadori, Gedi e l’Espresso sono stabili sul miliardo annuo.

Automobili

Negli ultimi anni abbiamo visto un ritorno all’uso della FIAT, la quale aveva subito un lento declino dopo la crisi degli anni ’80, e che tendiamo ancora a considerare un nostro prodotto nonostante ormai abbia subito un dislocamento dopo la fusione con Chrysler. Aziende di spicco italiane all’estero restano ancora stabili Ferrari e Maserati.

Per quanto riguarda il beauty?

Anche il settore beauty vede come protagonisti alcuni colossi dell’industria, come Kiko, Collistar e Pupa, aziende da un fatturato annuale di circa 11 miliardi di Euro. Si tratta di brand storici che hanno una forte presenza sul mercato e si affidano tanto al marketing tradizionale come metodo di comunicazione.

In questo settore in particolare, c’è una recente tendenza al cambiamento, alla voglia di scoprire novità e aziende innovative. Stiamo parlando di marchi indie, produzioni indipendenti che investono meno sulla comunicazione tradizionale e utilizzano prevalentemente canali alternativi, come i Social Network e, più in generale, punti di incontro online: meno costosi ma molto più diretti.

Il mercato di riferimento è quello più giovane dei Millennials e della Generazione Z, che fanno utilizzo dei Social Network come parte integrante della loro quotidianità.

Interfacciarsi al pubblico attraverso canali così personali, rende le aziende più vere e “alla portata” del consumatore, invogliandole a raccontare di sé in modo molto più trasparente e creandosi una nicchia che, inevitabilmente, riflette e risponde alle esigenze di un mondo in continua evoluzione. Lo scambio di esperienze, lo stimolo a provare prodotti nuovi anche attraverso i “test prodotto” di influencer e blogger non è più un fenomeno da sottovalutare e, in casi di alcune aziende ancora estremamente legate al passato, da ostacolare.

I marchi beauty emergenti su Instagram secondo WWD

Secondo la nota rivista americana WWD, ecco quali sono i marchi italiani emergenti su Instagram nel settore del beauty.

Espressoh

Come ricorda il nome, il brand ha come caratteristica quella di proporre al mercato prodotti a base di caffeina. Fondata a dicembre 2018, l’azienda ha una pagina Instagram di circa 56.000 iscritti. È possibile acquistare i prodotti sullo store online o nei punti vendita Rinascente.

ZAGO Milano

Nata nel 2017 da un’idea del suo giovane fondatore Gianluca Ottolina, ZAGO Milano propone cosmetici di under make-up realizzati con principi attivi di alta qualità a prezzi competitivi. Grande attenzione è posta nei confronti delle problematiche ambientali, preferendo l’utilizzo di plastiche riciclate e riciclabili e potendo contare su una filiera di produzione racchiusa nel raggio di 15 Km. Se ancora non ne avete avuto occasione, date un occhio al sito web zagomilano.com e alla pagina Instagram con all’attivo circa 22.000 followers.

VeraLab

La fondatrice Cristina Fogazzi fonda VeraLab in seguito al successo del suo blog personale Estetista Cinica, nel 2015. È stato un vero e proprio beauty trend che ancora imperversa sui Social, vantando una pagina Instagram di ben 493.000 followers.

Nabla Cosmetics

Un’idea, venuta alla luce nel 2013, di Daniele Lorusso, make-up artist con una pagina Instagram di più di 795.000 followers, dove condivide idee di make-up e tutorial pubblicati anche su YouTube. Caratteristica dei prodotti Nabla Cosmetics, è quella di contenere prevalentemente ingredienti naturali, ottenendo pigmentazioni vivide e intense.

 

Potete leggere l’articolo integrale su WWD

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *