Ceretta all’inguine fai-da-te: metodi indolori

Ceretta all’inguine fai-da-te: metodi indolori

C’è chi ne padroneggia l’arte da vera maestra e chi invece ricerca i migliori metodi indolori per la ceretta all’inguine fai-da-te. Inutile dire che se sei su questo articolo fai parte di quel gruppo di donne che tenta disperatamente di farsi piacere la ceretta ma che ha paura di ritrovarsi in bagno a urlare di dolore al primo strappo.

Attenzione e preparazione della zona: il primo dei metodi indolori per la ceretta fai-da-te

Ci sono diversi accorgimenti che puoi adottare per evitare tutto ciò ma prima di tutto devi:

  • Scegliere il giusto tipo di cera: ogni zona del corpo, infatti, ha bisogno di diverse attenzioni. Le zone dell’inguine e delle ascelle, ad esempio, sono molto più delicate e necessiteranno quindi di una cera più soft.
  • Preparare adeguatamente la pelle: qualche giorno prima esfolia la pelle con uno scrub delicato, rendendo la pelle levigata ed eliminando le cellule morte. Il giorno stesso fai una doccia o un bagno caldo in modo da dilatare i pori e ammorbidire i peli. Infine, asciuga perfettamente la zona per evitare irritazioni e applica un leggero velo di talco sulla pelle. Quest’ultimo passaggio ti faciliterà lo strappo del pelo e ti eviterà eventuali bruciature.
  • Post depilazione: non dimenticare di utilizzare una crema lenitiva su tutta la zona interessata. Opta per un gel all’aloe vera, in grado di lenire, sfiammare e rinfrescare la zona trattata.

Rimedi indolori per aiutarti nella depilazione fai-da-te

Come abbiamo detto, il primo passo per provare meno dolore durante la ceretta all’inguine fai-da-te è una corretta preparazione della zona ma questo non esclude l’utilizzo di altri rimedi.

  • Bagno caldo prima della depilazione: non pensare che non sia efficace! Oltre all’azione rilassante renderà l’estrazione del pelo meno dolorosa grazie alla dilatazione dei pori. Non utilizzare acqua troppo calda se soffri di vene varicose, potresti sono aggravare il problema.
  • Talco: sottovalutato tanto quanto il bagno caldo, il talco è un ottimo alleato per provare meno dolore. Come abbiamo già detto, un velo di talco nella zona da depilare permetterà alla cera di aderire meglio al pelo e non alla pelle, rendendo lo strappo meno doloroso.
  • La giusta temperatura: se opti per la ceretta a caldo assicurati che la cera non sia troppo calda. La zona dell’inguine, estremamente sensibile, dovrebbe essere trattata con una cera a temperatura media e tiepida. Non sei pratica con la cera a caldo? Prova le strisce di cera fredda.
  • La giusta posizione: più la pelle sarà tesa più lo strappo sarà efficace e indolore. Cerca sempre di adottare la posizione in grado di tendere al massimo la pelle aiutandoti, se necessario, anche con una mano a distendere ulteriormente la zona.
  • Pomata anestetica: l’ultimo dei rimedi. Da applicare almeno 45 minuti prima della depilazione in abbondante quantità, va completamente rimossa e lavata per far aderire bene la cera ed evitare eventuali escoriazioni.

I falsi metodi indolori per la ceretta all’inguine fai-da-te

  • Scrub: se l’esfoliazione della pelle è un passaggio fondamentale da fare qualche giorno prima, va assolutamente evitato il suo utilizzo subito prima della depilazione. La sua azione meccanica, infatti, potrebbe rendere la tua pelle più sensibile e reattiva.
  • Ghiaccio: ci hai sicuramento pensato. Tutte lo abbiamo pensato: il ghiaccio ci salverà, ma non è così. Anche se sicuramente anestetizza la zona per qualche secondo, restringe il follicolo pilifero rendendo lo strappo più doloroso.
  • La giusta lunghezza: ricordati che più i peli sono lunghi più sarà forte la sensazione di dolore. Ogni donna è differente ma cerca di non andare oltre al centimetro e mezzo.

Ceretta all’inguine fai-da-te: i diversi tipi

Ci sono diversi tipo di ceretta all’inguine che spaziano dalla ceretta classica a quella all’americana, dalla brasiliana alla totale. Come scegliere la più adatta a te se sei alle prime armi? Semplicemente andando per gradi. Se ci prendi la mano e non avverti particolare dolore puoi poi procedere fino al risultato che preferisci. 

  • Ceretta all’inguine classica: è la più semplice e prevede solo la depilazione dei peli che fuoriescono dalla mutandina. Poco adatta se ami i micro-bikini, è considerata il minimo in termini di depilazione intima.
  • Ceretta all’americana: prevede una depilazione molto sgambata che lascia libera solo una piccola porzione, o strisciolina, di peli di forma rettangolare sull’inguine.
  • Ceretta alla brasiliana: è la tipologia più comune e richiesta. Si differenzia da quella all’americana solo per la distribuzione dei peli che rimane a triangolo invece che di forma rettangolare.
  • Ceretta all’inguine totale: come dice il nome si tratta della depilazione integrale della zona. Realizzarla da sole è piuttosto difficile per via della sensibilità della zona. Procedi in maniera autonoma solo se sei già rodata in materia.

Quali sono i tuoi metodi indolori per una ceretta all’inguine fai-da-te? Raccontaceli nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *