Il Made in Italy raccontato attraverso dieci diverse e talentuose figure femminili

Imprenditrici, influencer, attrici, modelle e sportive, chi più ne ha più ne metta! Ad accomunarle, oltre alla loro bellezza, non è solo il loro talento e amore per la professione ma anche la loro capacità di essere multitasking.

Imprenditrici, influencer, attrici, modelle e sportive, chi più ne ha più ne metta! Ad accomunarle, oltre alla loro bellezza, non è solo il loro talento e amore per la professione ma anche la loro capacità di essere multitasking. Proprio così: da una foto su Instagram, una nuotata o un canale YouTube queste donne si destreggiano tra imprenditoria, testimonial per campagne pubblicitarie e, perché no, anche modelli a cui ispirarci.

Vediamo insieme le 10 figure femminili che quest’anno hanno dato il massimo nel loro campo!

Influencer e imprenditrici: le regine del mondo fashion & beauty

Classe 1987, Chiara Ferragni è l’influencer italiana per eccellenza nonché l’imprenditrice digitale più influente del mondo.

La sua carriera ha inizio nel 2009 quando crea, insieme a Riccardo Pozzoli, The Blonde Salad, un blog che raccoglie due delle sue grandi passioni: la moda e la fotografia. Passo dopo passo, tra scatti di outfit, di viaggi o più editoriali, Chiara arriva a fondare nel 2013 il suo brand di abbigliamento e calzature, Chiara Ferragni Collection.

Passano solo un paio di anni dal lancio e Chiara viene consacrata come uno dei nomi più influenti nella categoria moda e comunicazione, tanto che la Harvard Business School ha dedicato un case study alla sua carriera. Come se questo non bastasse, nello stesso anno Forbes la inserisce nella lista delle 30 personalità nella categoria “Art & Style” per la rivoluzione portata nel mondo della moda e della comunicazione.

A questo punto Chiara Ferragni non è più solo un nome bensì un vero e proprio fenomeno: nel 2018 Forbes la nomina come la più potente influencer del mondo e Instagram inserisce il suo profilo al secondo posto per engagement delle Instagram Stories.

Dopo 12 anni e un seguito di oltre 22 milioni di followers, Chiara è considerata una pioniera nel settore moda e comunicazione, grazie alla sua capacità di aver dato vita ad un nuovo ambito professionale, diventando un’imprenditrice di successo.

Semplice, schietta e dal simpatico accento bellunese, Clio Zammatteo inizia la sua carriera nel 2008 aprendo il suo canale YouTube mentre frequentava la prestigiosa accademia MUD Make-Up Designory a Manhattan, nel cuore di New York. Qui inizia a raccontare quello che impara durante i suoi corsi condividendo, come una sorella maggiore o una migliore amica, i segreti skincare e make-up. Il successo è praticamente immediato tanto che nel giro di poco seguono diverse collaborazioni con Vogue e Pupa.

Nel 2013, insieme al marito Claudio, apre il suo beauty blog che diventa presto un vero e proprio punto di riferimento in fatto di bellezza per milioni di donne in Italia. Insieme al blog nasce anche il TeamClio, una redazione tutta al femminile che propone contenuti editoriali che spaziano dal make-up al fashion, dalle celebrity a importanti tematiche sociali legate all’universo femminile.

Circa un decennio dopo il suo inizio ecco che Clio corona il suo sogno fondando la propria linea di cosmesi a marchio ClioMakeUp e l’e-commerce ClioMakeUp Shop. Neanche a dirlo, i suoi prodotti vanno sold-out poche ore dopo il lancio confermandola come pioniera e iconica beauty influencer.

Modelle e non solo: la bellezza che passa per il design e l’arte

Classe 1984, Bianca Balti è la supermodella italiana per antonomasia.

La sua carriera inizia nel 2005 quando, dopo essersi trasferita a Milano per studiare Design della comunicazione al Politecnico, gli stilisti Dolce & Gabbana le fanno firmare un contratto in esclusiva per la loro campagna pubblicitaria internazionale. Lo stesso anno posa per un catalogo di Victoria’s Secret e sfila durante il Victoria’s Secret Fashion Show, come prima e unica modella italiana a partecipare.

A questo punto, non passa molto tempo prima che inizi a partecipare a prestigiose campagne pubblicitarie come quella per Missoni, Rolex, Donna Karan, Armani Jeans, Roberto Cavalli, Mango, Guerlain, Parfums Christian Dior, Pollini, Bebe, Intimissimi e La Perla, giusto per citarne alcune.

Nel giugno 2017, circa un decennio più tardi i suoi programmi iniziali, diventa lei stessa designer. Inizialmente crea una collezione di costumi ispirata agli anni Sessanta, in esclusiva per una piattaforma online di beni di moda, lusso e design alla quale segue, nel 2018, la sua linea di moda premaman, la Bianca Balti Maternity.

Originaria di Bergamo e diventata popolare attraverso i suoi scatti pubblicati su Instagram, Paola Turani non è solo una modella ma una delle influencer più seguite di Italia.

La sua carriera inizia a 16 anni quando viene notata da alcuni talent scout che la fanno diventare il volto per una famosa agenzia francese.

Grazie alla sua bellezza, ma soprattutto alla sua simpatia e ironia, non ci ha messo molto ad affermarsi nel mondo fashion e social. Su Instagram non condivide niente di troppo eccessivo, niente di esagerato, ma solo lei, con i suoi outfit e make-up glam, la sua vita e la sua famiglia.

I suoi occhioni blu, infatti, non sono di certo un mistero per gli appassionati di trucco, soprattutto se messi in risalto da una pelle luminosa e sempre naturale.

A distinguere Paola dalle tante influencer è sicuramente il fatto di essere così “vera” agli occhi del suo pubblico. Sui social, infatti, ha voluto raccontare senza filtri ai suoi followers come a 20 anni, purtroppo, abbia dovuto affrontare un cancro al collo dell’utero provocato da un’infezione da Papilloma Virus. Uscita vincente da questa lotta, Paola ha voluto utilizzare i social per raccontare quanto questa battaglia possa essere dura per chiunque, mostrandosi ancora più “reale” agli occhi del pubblico.

Una curiosità? Tra una sfilata e l’altra ha sempre dato libero sfogo a una delle sue passioni più grandi: l’arte. Nel suo tempo libero, infatti, si è sempre dedicata alla pittura di opere astratte dipingendo quadri su commissione.

Skin and body positivity: l’inclusività fatta influencer

Nota per aver partecipato al programma “Uomini e Donne” e aver partecipato al “Grande Fratello VIP” la bellissima Giulia De Lellis ha proseguito la sua carriera come testimonial di varie campagne pubblicitarie tra cui Maybelline e Blumarine. Nel 2019 ha scritto, con l’aiuto di Stella Pulpo, il libro “Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza!, edito da Mondadori, basato sulla rottura con Andrea Damante, che la De Lellis ha incontrato durante la trasmissione “Uomini e donne” nel 2016.

Grazie all’attenzione ottenuta entrando nel mondo dei reality, Giulia è oggi una delle web influencer più seguite d’Italia. Il suo profilo Instagram conta oltre 5 milioni di followers, mentre il suo canale ufficiale su YouTube si assesta intorno a quota 204.000. Se nel primo promuove e sponsorizza numerosi prodotti, nel secondo realizza una serie di tutorial su come truccarsi: seppur giovanissima, infatti, ha già intrapreso una grande carriera diventando testimonial per importanti brand mondiali.

A consacrarla è stata la sua partecipazione al 77°Festival Internazionale del Cinema di Venezia dove ha deciso di essere di mostrarsi come ambasciatrice della cosiddetta Skin Positivity, ovvero non mascherando le imperfezioni del proprio viso. Giulia, infatti, non ha mai fatto mistero di soffrire di acne, confrontandosi spesso e volentieri con il suo pubblico sui social network.

Modella curvy, influencer e imprenditrice, Laura Brioschi è l’anima della pagina Instagram con oltre mezzo milione di follower Love Curvy e insieme al compagno Paolo Patria nel 2018 ha fondato l’Associazione no-profit Body Positive Catwalk, dando vita al movimento body positive più grande d’Europa.

Per Laura tutto ha inizio dopo un’adolescenza tra diete restrittive continue che l’hanno portata purtroppo ad ammalarsi di bulimia. Il suo difficile percorso non si esaurisce neanche mentre lavora come modella curvy, quando la continua richiesta di dimagrire contribuisce ulteriormente a minare la sua autostima.

Nel 2014 Laura decide di raccontarsi e di condividere le cose che la fanno stare bene creando il blog Love Curvy e ad oggi la sua community su Instagram supera il mezzo milione. Quattro anni più tardi crea la sua linea di abbigliamento esclusiva e totalmente Made in Italy e la cui mission è di essere un pezzo del puzzle verso l’inclusività.

Infine, nel 2020 Laura raggiunge un altro sogno, cioè quello di scrivere un libro. Edito da DeAgostini, “Noi siamo luce. La forza, la libertà, la bellezza del pensiero body positive” è un vero manifesto per il pensiero Body Positive, con tanti consigli per imparare a volersi bene e viversi in modo più positivo.

Talentuose e bellissime: le giovani attrici Made in Italy

Affermata attrice italiana Alessandra Mastronardi, debutta nel mondo televisivo nel 1998 saltando poi a tutti agli effetti alla ribalta nel 2006 con la serie televisiva “I Cesaroni”. A proiettarla nel panorama internazionale è la sua partecipazione al film “To Rome with Love, girato nel 2011 sotto la regia di Woody Allen.

Alessandra negli anni ha sostenuto diverse iniziative e campagne di sensibilizzazione, come quelle per il contrasto all’HIV-AIDS, contro la mortalità infantile (“Vogliamo Zero”), o l’evento di piazza dell’Orchidea UNICEF.

Nel 2009 ha preso parte alla sua prima missione sul campo in Libano e tre anni più tardi, insieme al portavoce Iacomini, a quella in Sierra Leone, visitando progetti di prevenzione della mortalità materna e infantile e di lotta alla violenza e agli abusi contro i minori.

Nel 2019 ha partecipato nel prestigioso ruolo di madrina al 76°Festival Internazionale del Cinema di Venezia, presentando la cerimonia d’apertura e chiusura della manifestazione, dove è stata nominata dal Presidente dell’UNICEF Italia, Francesco Samengo, nuova Goodwill Ambassador dell’UNICEF.

Catanese di nascita e classe 1985, Miriam Leone è un’attrice, conduttrice televisiva e modella italiana.

La sua carriera ha inizio nel 2008, quando viene proclamata vincitrice della 69° edizione del concorso di bellezza Miss Italia.

Grazie alla sua bellezza e alla sua bravura, complice anche la borsa di studio messa a disposizione da Ann Strasberg dell’Actors Studio, la carriera di Miriam prende da subito il volo.

La prima occasione arriva come conduttrice e attrice televisiva nel 2009 per poi debuttare nel cinema l’anno seguente. Il vero trionfo lo raggiunge, però, quando diventa protagonista della serie di Sky Italia 1992, ideata e interpretata da Stefano Accorsi.

Le atlete che valgono: guerriere nello sport e nella vita

Se si parla di sportive italiane non si può non parlare di Federica Pellegrini. Inizia a nuotare a soli sette anni e a sedici emerge a livello nazionale tanto da essere inserita nella squadra olimpica che volerà ad Atene.

Tra il 2007 e il dicembre 2009 Federica realizza 11 primati del mondo, 9 in vasca lunga e 2 in vasca corta, tutti in gare individuali dello stile libero. Di questi, 6 in vasca lunga e 2 in vasca corta nei 200 metri e 3 nei 400 in vasca olimpica.

Nel corso degli anni Federica ha affrontato tutte le distanze dello stile libero ad eccezione dei 1.500 metri. Nata come velocista, è stato proprio nello sprint dove ha conquistato i suoi maggiori successi. I 200 metri stile libero sono diventati il suo cavallo di battaglia tanto da farle ottenere tutti i risultati più importanti e rendendola una delle più forti duecentiste della storia del nuoto.

I successi sportivi conseguiti hanno attirato su di lei un notevole interesse mediatico a livello nazionale: dalle partecipazioni a programmi televisivi alle interviste, dalle apparizioni in riviste sportive e di gossip a protagonista come testimonial di diversi spot pubblicitari televisivi. Inoltre, Federica ha prestato la propria notorietà e immagine anche per attività benefiche e campagne di sensibilizzazione su temi ambientali, sociali e legati alla salute.

Conosciuta come Bebe Vio, Beatrice Maria Adelaide Marzia Vio, è una schermitrice italiana, campionessa mondiale ed europea in carica di fioretto individuale paralimpico.

All’età di 11 anni fu colpita da una meningite fulminante che le causò un’estesa infezione, con annessa necrosi ad avambracci e gambe, di cui si rese necessaria l’amputazione. Dimessa dopo tre mesi e mezzo si sottopose a riabilitazione motoria e a fisioterapia e, circa un anno dopo l’insorgenza della malattia, riprese l’attività sportiva di schermitrice, anche di livello agonistico, grazie a una particolare protesi progettata per sostenere il fioretto.

Da allora è apparsa come testimonial, in molti programmi televisivi, per diffondere la conoscenza della scherma su sedia a rotelle e dello sport paralimpico in generale.

Nel 2016 ha sfilato come portabandiera dell’Italia in occasione della cerimonia di chiusura della XV Paralimpiade di Rio e, nello stesso anno, ha posato per la fotografa Anne Geddes per una campagna a favore della vaccinazione contro la meningite. Due anni più tardi le viene conferito alla Camera dei deputati il Premio America della Fondazione Italia USA e le viene dedicata una Barbie in esemplare unico dalla Mattel.

Quale tra queste donne è quella più affine a te? Scrivicelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *