Prodotti under-makeup: sono davvero necessari prima del trucco?

Prodotti under-makeup: sono davvero necessari prima del trucco?

Se sei un’appassionata di makeup, non puoi non aver sentito parlare anche dell’under-makeup. Di sicuro avrai imparato a sfruttare le potenzialità del trucco per esaltare i lineamenti del tuo viso, magari ingrandendo gli occhi con un filo di matita nel punto giusto, assottigliando il naso con giochi di chiaroscuro dalla palette di contouring, definendo gli zigomi con un tocco di illuminante. Il risultato è un viso radioso, pelle luminosa e omogenea e, in alcuni casi, assistiamo a vere e proprie opere d’arte che esprimono appieno la personalità di chi le indossa. 

Non si può obiettare al fatto che il make-up sia parte di noi, donne e uomini, a cui piace prendersi cura di sé e apparire sempre al meglio. Il volto è diventato un po’ la nostra tela bianca, attraverso il quale possiamo esprimere le nostre emozioni, il nostro stato d’animo e sentirci sempre più noi stessi.

Ecco quindi che ci poniamo il quesito:

Cosa dovrei usare sotto al makeup?

Una normale skincare è abbastanza o servono prodotti più mirati, tipo i primer? E i primer si possono usare dopo aver fatto la normale skincare o rischio di appesantire troppo il viso? Posso utilizzare i primer al posto di una crema idratante? E se invece non mi trucco?

I dubbi sulle corrette procedure di under-makeup possono essere molteplici, ce ne rendiamo conto. Per questo motivo cercheremo, in questo articolo e nei successivi, di essere quanto più esaustivi possibile, così che tu ti senta in grado di scegliere in totale autonomia la beauty routine più adatta a te e alle tue reali necessità, senza prodotti accessori.

Under-makeup e skin-care sono la stessa cosa?

Per prima cosa chiariamo un concetto ancora poco discusso: i prodotti per la skin-prep, ovvero quelli che vanno applicati prima del makeup, non sono necessariamente gli stessi che si utilizzano per una classica skincare. Può capitare, infatti, che durante la propria beauty routine di skincare si vadano ad applicare delle creme degli oli troppo corposi che, se ben si adattano alla nostra skincare serale, mal si adattano alla tenuta del trucco, saturando la pelle a tal punto che qualsiasi cosa vi venga successivamente applicata sopra si sgretoli o scivoli via inesorabilmente.

La classica skincare, come la intendiamo oggi e con tutti i suoi meravigliosi passaggi, è spesso più indicata la sera o la mattina se non vuole applicare il trucco subito dopo. Insomma, se sei per 5 minuti e ready-to-go è molto più probabile che tu sia alla ricerca di prodotti specificatamente studiati per prendersi cura della pelle e creare al contempo un’ottima base per il trucco, ovvero l’under-makeup.

Non solo questi prodotti aumentano il grip mantenendo il make-up più a lungo, ma hanno anche un immediato effetto levigante e uniformante sulla pelle, rendendoli perfetti per essere utilizzati anche senza make-up, nel caso volessi avere un look più naturale, senza rinunciare alla “sicurezza” che ti da il trucco.

Under-makeup e primer sono la stessa cosa?

Prodotti under-makeup: sono davvero necessari prima del trucco?
Se un primer è semplicemente un primer, lo stesso prodotto può essere applicato su tutti i tipi di pelle, corretto?

Beh, diciamo che fino a poco tempo fa il concetto era questo, cosa sbagliatissima considerando che ogni tipo di pelle ha necessità e assorbenza differenti. E se già con la skincare abbiamo imparato ad assecondare questi bisogni speciali, perché con primer e makeup dovrebbe essere diverso?

Da qui lo stacco netto e indissolubile tra i primer finora visti in commercio e i prodotti di Undermakeup i quali coniugano gli effetti benefici della skincare all’azione fissante dei primer canonici. Impossibile? Assolutamente no, dobbiamo solo metterci nell’ottica di pensare alla nostra beauty routine in modo differente.

I prodotti under-makeup sono anche curativi?

Prodotti under-makeup: sono davvero necessari prima del trucco?
La tendenza a prendersi cura della propria pelle così come facciamo con il make-up non è sempre stata una cosa così scontata. Tutti i giorni, infatti, dedichiamo buona parte del nostro tempo a perfezionare il nostro trucco che, purtroppo, offre solo un effetto estetico temporaneo, senza andare a prendersi cura realmente della pelle al di sotto.

Questo tipo di approccio, fondamentalmente errato e di moda prima degli anni 90, è andato via via verso una strada in cui, al posto del make-up applicato direttamente sulla pelle appena detersa, viene esaltata la naturale bellezza nella pelle.

Ebbene sì, forse non ci crederai ma al tempo era una pratica molto comune: dopo essersi lavati la faccia, le quattro – e rigorosamente quattro – shades di fondotinta costituivano il primo step della beauty routine. Si proseguiva poi con cipria, blush – che al tempo si chiamava ancora fard – e generose passate di terra in un mood stile Tom Hanks in “Cast away”.

Oltre al terrificante stacco netto tra viso e collo, questo tipo di “preparazione-non-preparazione” regalava pori ostruiti, involontaria pigmentazione del viso e magari anche qualche irritazione acneica.

Preparare la pelle al make-up, del resto, non era una cosa per persone qualunque ma una sorta di segreto che rimaneva circoscritto nel mondo dei make-up artist che già da tempo utilizzavano prodotti per preparare adeguatamente la pelle a una migliore resa e durata del trucco.

E poi ci fu la rivoluzione della skin-prep

Quasi in concomitanza, con l’avvento dei social network, YouTube per primo, molti studenti di make-up hanno trasmesso le proprie conoscenze ai propri follower, introducendo per la prima volta nella vita di tutti la magica parola che talvolta fa ancora storcere il naso: primer.

Tuttavia, applicare sulla pelle un semplice primer offriva una semplice base per il trucco e non una vera e propria protezione da quelli che sono gli elementi che costituiscono i prodotti di make-up che, se non applicati e struccati adeguatamente, possono danneggiare la nostra pelle. 

Per questo motivo, i prodotti di under-makeup forniscono un vero e proprio scudo che impedisce a pigmenti e impurità di andare a depositarsi sul viso, insieme a sebo e altre impurità. Inoltre, a seconda della tipologia di prodotto applicato, la pelle diventa più uniforme, offrendo al make-up una base regolare e omogenea sulla quale andare a operare.

Infine, ma non ultimo, i prodotti di under-makeup sono una vera e propria via di mezzo tra un primer puro e semplice e uno cosmetico di skincare, il che li rende a tutti gli effetti prodotti ricchi che danno un valore aggiunto a livello di principi attivi sulla pelle.

Come capire quali prodotti di under-makeup è meglio utilizzare?

La risposta è molto semplice quanto mistica: ascolta la tua pelle. Esattamente come cambia il ritmo delle tue giornate, le stagioni o l’antipatico passare del tempo, cambia anche la tua pelle e, di conseguenza, le sue esigenze.

  • Se la tua pelle è sensibile, disidratata o secca, la cosa migliore è cercare un prodotto per la skin-prep leggero, idratante e capace di proteggere la pelle dagli agenti esterni. 
  • Sulla pelle mista, grassa o a tendenza acneica, è meglio scegliere una formula opacizzante e capace di minimizzare le imperfezioni del viso: in questo modo sarà più facile coprirle, nel caso lo volessi.
  • Se invece senti che la tua pelle ha bisogno di tono e luminosità è meglio orientare la tua scelta verso prodotti in grado di conferire al viso un aspetto fresco, disteso e radioso. 

Il mondo dei prodotti specifici di under-makeup al momento è in espansione, per alcuni si tratta di terre ancora del tutto inesplorate e di cui probabilmente non avrà ancora sentito parlare. Alcuni di noi certamente stanno già usando prodotti di skin-prep senza nemmeno saperlo, semplicemente per il fatto che le aziende produttrici a loro volta non sono consapevoli delle potenzialità e caratteristiche dei prodotti che mettono in circolazione.

Il trend dell’under-makeup è arrivato anche in Italia

Pioniere in tal senso è ZAGO Milano, un’azienda 100% italiana che di Undermakeup ha voluto proprio fare un marchio, non a caso il nome stesso di questo blog. Sì, lo ammettiamo, ZAGO Milano è la nostra casa madre e di questo siamo estremamente fieri. Non ci sono intermediari a far lievitare i prezzi dei prodotti, che rispecchiano semplicemente la qualità stessa delle materie prime utilizzate. L’impegno professionale e umano nel portare avanti una start-up innovativa nel suo genere staccandosi completamente da quello che è l’approccio prettamente consumistico del mercato italiano.

Per questo e per una miriade di altri motivi, se ti stai chiedendo quali prodotti under-makeup utilizzare per la tua skin-prep, non andare oltre: ZAGO Milano è tutto ciò di cui hai bisogno dall’inizio alla fine della tua beauty routine.

Facciamo una breve panoramica sui prodotti Undermakeup attualmente in commercio per cercare di capire cosa è più adatto a chi. Per approfondimento sui singoli prodotti, clicca sul nome dei prodotti stessi e scopri tutto ciò che devi assolutamente sapere sul modo di utilizzo, i principi attivi contenuti e molte altre informazioni.

Quali sono i prodotti di Undermakeup?

  • IL MIO GLOW crema viso illuminante – prodotto ibrido tra skincare, Undermakeup e makeup, può essere utilizzato sia come vero e proprio illuminante in crema da applicare sui punti luce dopo il make-up, sia come base per il fondotinta o come crema idratante a sé stante.
  • TANTI BACI balsamo labbra nutriente – ha l’aspetto di un burrocacao, con le proprietà di una crema labbra. Estremamente apprezzato per la sua formulazione naturale, lascia inalterata l’efficacia e la fragranza dell’olio di argan. Prepara le labbra all’applicazione del rossetto, rendendole soffici e levigate..
  • MOLTO FRESH primer idratante in stick – idratante viso e contorno occhi alternativo da utilizzare anche senza make-up, in stato solido, per garantire il massimo dell’igiene anche in condizioni non favorevoli (non usi le mani per stenderlo). Migliora la tenuta del make-up.
  • CIAO CIAO BAGS contorno occhi illuminante – formulazione leggermente liftante che allevia le borse e riduce la pigmentazione scura del contorno occhi. Si può miscelare con il correttore per una resa migliore.
  • BELLA PRONTA primer idratante 24h – evoluzione dell’amatissima crema idratante di ZAGO Hydra Shot a base di acido ialuronico, alla quale sono state aggiunte funzionalità da primer. Utilizzabile in entrambe le modalità.
  • SOLO MATTE primer viso opacizzante – dalla consistenza di un siero leggermente gelificato, è il toccasana per tutte quelle persone che hanno problematiche di pelle lucida e con imperfezioni. Rende la pelle levigata e più uniforme, così da far performare meglio il fondotinta.
  • TUTTO GLOW siero illuminante – racchiude in sé tutte le proprietà nutrienti e illuminanti degli olii, da usare come base trucco o da solo per mantenere nel tempo l’idratazione naturale della pelle. Ideale per pelli secche e screpolate che hanno bisogno di un trattamento speciale.
  • PIU LIFT primer viso effetto liftante – siero primer leggerissimo da utilizzare dopo la crema idratante per dare al viso un aspetto più fresco e tonico. Ottima base trucco anche per pelli più mature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *