Struccante e detergente viso: i beauty tips per una pelle sempre pulita

Struccante e detergente viso: i beauty tips per una pelle sempre pulita-copertina

Struccante e detergente viso sono due prodotti che devi assolutamente avere nel tuo beauty case. Perché non possono mancare nella tua beauty routine? Perché sono due step fondamentali all’interno della propria skincare, anche di quella più minimalista.

Struccante e detergente viso sono due prodotti che devi assolutamente avere nel tuo beauty case. Perché non possono mancare nella tua beauty routine? Perché sono due step fondamentali all’interno della propria skincare, anche di quella più minimalista.

Acqua e sapone per una pelle sempre pulita?

Per quanto il trucco “acqua e sapone” sia assolutamente alla portata di tutti, la detergenza viso “acqua e sapone” non lo è. Lavare la pelle solo con l’acqua – si vale anche per acqua e il famoso sapone di Marsiglia – non solo non è molto salutare per il tuo viso ma non ti aiuterà neanche a eliminare adeguatamente trucco, sebo e sporco dal viso.

Quindi, anche se sei fan del “secondo natura”, dei “rimedi della nonna” e quant’altro, sappi che ci sono mille soluzioni per struccare e detergere il viso. Come ti accennavamo prima, infatti, l’acqua da sola non basta a rimuovere le impurità dal viso e il comune sapone che utilizzi per le mani – si, anche se è specificato il suo “innovativo” triplice uso: mani, viso, corpo – non solo è particolarmente aggressivo ma presenta anche un pH basico, completamente diverso da quello della nostra faccia che, al contrario, è acido.

Detergente viso: quando usarlo e come si usa

Il detergente viso va utilizzato due volte al giorno:

  • La mattina, per rimuovere residui di crema, sporco e sebo che si accumulano sul viso, e per rinfrescare e preparare la pelle al make-up che applicherai successivamente.
  • La sera, dopo lo struccante, per eliminare i residui di inquinamento, make-up e di struccante rimasti. Inoltre, un’accurata detergenza prima del riposo notturno permette alle cellule di rigenerarsi meglio.

Prima di applicare il detergente la pelle del viso va inumidita, si applica poi il detergente emulsionandolo con dell’acqua tiepida e si massaggia su tutto il viso. Risciacqua poi abbondantemente controllando che la temperatura dell’acqua non sia né troppo calda né troppo fredda.

Infine, tampona delicatamente il viso con un asciugamano destinato sono alla tua skincare routine. Sapevi che questo è uno dei 10 errori skincare che molti non sanno di fare?

Che detergente viso scegliere?

È molto importante utilizzare prodotti che siano adatti al proprio tipo di pelle perché, se troppo aggressivi, potrebbero produrre effetti contrari a quelli desiderati. Qualche esempio? La pelle secca potrebbe desquamarsi, così come una pelle grassa potrebbe produrre più sebo.

Esistono in commercio diverse tipologie di diverso tipo che rispondono alle esigenze dei vari tipi di pelle. Non sai quale scegliere? Ti aiutiamo noi!

  • Gel detergente: la sua consistenza ultra leggera che aiuta a pulire il viso e a lasciarlo piacevolmente fresco. Sul mercato ne esistono sia di idratanti sia di purificanti, a seconda dell’esigenza della tua pelle. Se i primi contengono principi attivi più emollienti e lenitivi, i secondi si distinguono per la loro azione seboregolatrice e rinfrescante.
  • Mousse detergente: la sua consistenza delicata, in spuma, è perfetta per rimuovere i residui dello struccante e per detergere la pelle mista senza essere troppo aggressiva.
  • Polvere detergente: importata dalla Corea e dal Giappone, basta miscelare una piccola quantità di prodotto con qualche goccia d’acqua per dare vita a una morbida schiuma. In alcuni casi queste polveri contengono anche delle particelle esfolianti per levigare la grana della pelle. Privi di alcool e conservanti, sono ideali per tutte le tipologie di pelle, in particolare per quelle più sensibili.

Struccante viso: perché è importante usarlo

Non rimuovere il make-up è un errore molto comune, così come non utilizzare i giusti prodotti per rimuoverlo adeguatamente. Se la federa del tuo cuscino è il tuo miglior panno struccante senti un po’ qui: durante la notte la nostra pelle si rigenera ma con il trucco ancora sul viso non aiuti di certo questo processo: a lungo andare, a causa dell’ostruzione dei pori e del prolificare di batteri, è molto probabile che tu incorra nella formazione di comedoni e altre imperfezioni.

La sera, dopo aver rimosso il make-up, ricordati di detergere sempre il viso: questa tecnica si chiama doppia detersione e permette di rimuovere efficacemente i residui di make-up e di struccante.

Come scegliere lo struccante viso?

Anche in questo caso esistono diverse tipologie di prodotti per rimuovere il trucco. Vediamo quali sono e a che tipi di pelle si rivolgono.

  • Latte detergente: un grande classico. Grazie alla sua consistenza ricca e corposa e al suo pH neutro è il prodotto maggiormente tollerato dalla pelle e perciò ideale per le pelli secche e sensibili. Si applica a pelle asciutta con le dita o con un dischetto di cotone. La rimozione del latte detergente può avvenire utilizzando poi un cleanser delicato o, in caso di pelle estremamente sensibile, con un dischetto di cotone imbevuto nel tonico.
  • Acqua micellare: è una soluzione adatta a tutti i tipi di pelle. La sua formula acquosa la rende molto leggera sul viso assicurando una perfetta detersione. Su molte confezioni viene definita senza risciacquo, ma ricordatevi che si tratta comunque di acqua e sapone. Quindi, detergete poi il viso.
  • Struccante bifasico: composto da due fasi, una di tipo acquoso e una di tipo oleoso, lo struccante bifasico è perfetto per eliminare sporco e make-up, anche il più ostinato. Prima dell’uso le due fasi vanno mescolate fra loro – basta agitare il flacone per qualche secondo – in modo da creare una soluzione omogenea. In questo modo le due fasi lavorano in maniera sinergica: mentre l’olio scioglie e rimuove il trucco l’acqua purifica e rinfresca il viso.
  • Oli e burri struccanti: grazie alla loro formula oleosa elimina efficacemente impurità e tracce di make-up senza lasciare residui. Pratici e veloci, si applicano direttamente con le mani massaggiando il prodotto su tutto il viso – per quanto riguarda gli occhi dipende dalla propria sensibilità e dalla formulazione del prodotto – e una volta a contatto con l’acqua si trasformano in una sorta di latte, non lasciando alcun film grasso. Dopo questo tipo di prodotti è fortemente consigliato l’utilizzo di un detergente in modo da eliminare eventuali residui. Lo sapevate che proprio oli e burri struccanti sono la prima “classica” fase di quella che si chiama “doppia detersione”?

Beauty tip: utilizzi un’acqua micellare o uno struccante bifasico per rimuovere il trucco dagli occhi? Imbevi due dischetti di cotone di prodotto e applicali sugli occhi. Prima di iniziare a massaggiare lascia i dischetti in posa una decina di secondi, vedrai che il make-up si rimuoverà molto più in fretta!

Le eccezioni non adatte a un uso quotidiano

Ci sono alcune eccezioni che possono essere utilizzate in mancanza di acqua, per ritocchi veloci o perché…si rischia di far tornare la propria federa del cuscino il proprio miglior cleanser.

  • Salviette struccanti: comoda soluzione creata appositamente per i viaggi, sono generalmente imbevute di acque distillate vegetali e ingredienti emollienti. Fine. Quindi, che siano indicate per gli occhi, per tutto il viso o per un uso quotidiano non sono il prodotto giusto per eseguire una corretta detersione.

Beauty tip per una routine di detergenza perfetta

Che non sia il caso di andare a dormire prima di aver rimosso il tuo make-up dovresti averlo ormai capito. Non dimenticarti però del collo! Una corretta skincare routine prevede anche l’utilizzo di struccante e detergente viso anche sul collo. Non vorrai mica che rughe e segni si presenti prima del tempo vero?

 

E tu che struccante e detergente viso utilizzi nella tua beauty routine? Raccontacelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *