Tutti i benefici e gli usi dell’argilla nella skincare

Tutti i benefici e gli usi dell’argilla nella skincare

Principalmente conosciuta come componente delle maschere viso che tanto amiamo, l’argilla nella skincare è un vero e proprio ingrediente magico che non può mancare nel tuo beauty.

Cos’è l’argilla

L’argilla è una miscela di sostanze naturali ricavata da rocce, costituita da un complesso di sistemi minerali dove prevale la presenza di sostanze alluminio-silicate. Al suo interno è ricchissima di sali minerali come silice, ferro, magnesio, alluminio e calcio, che ne determinano non solo le proprietà ma anche l’aspetto.
Oltre ad essere adoperata in fitoterapia, ossia una terapia condotta con medicamenti naturali, viene sfruttata in cosmesi per la formulazione di prodotti pro-aging, anticellulite e antismagliature oltre che in lozioni per rallentare la caduta dei capelli. Agendo come esfoliante, favorisce il turn over cellulare facendo apparire la pelle immediatamente più liscia, levigata e morbida. Inoltre, non solo è perfetta anche per trattare alcuni disturbi della pelle come acne, punti neri, foruncoli ma anche infiammazioni e scottature.

Benefici dell’argilla nella skincare

  • Gode di proprietà detergenti, purificanti e assorbenti
  • Esfolia e leviga la pelle, favorendo l’eliminazione di cellule morte
  • A seconda del tipo, può svolgere un’azione emolliente, favorendo la naturale idratazione cutanea.
  • Svolge un’azione cicatrizzante, antibatterica, antinfiammatoria e lenitiva

Potrebbe interessarti

Come fare a scegliere quella più adatta?

Le argille possono essere distinte in base a due elementi: granulometria e colore. Quest’ultima caratteristica è quella che le rende decisamente più riconoscibili anche a occhi meno esperti.

Nei prodotti cosmetici, infatti, trovi diverse tipologie di argilla come:

  • L’argilla bianca, conosciuta anche come caolino, è considerata l’argilla più “pura” per la grande presenza al suo interno di ossido di alluminio e biossido di silicio. La sua azione, più leggera e delicata rispetto a quella delle altre tipologie, la rende adatta anche alle pelli più secche e delicate. Esfoliante, schiarente e sebo regolatrice, l’argilla bianca è la più indicata per chi desidera beneficiare di tutte le proprietà dell’argilla senza seccare eccessivamente la pelle.
  • L’argilla verde, conosciuta soprattutto per le sue proprietà assorbenti, purificanti e antibatteriche, è particolarmente adatta alle pelli miste e grasse. Oltre alla sua capacità di eliminare le impurità dal viso, come acne e punti neri, purifica la pelle senza seccarla eccessivamente. A cosa è dovuta la sua particolare colorazione? Alla presenza di ferro trivalente.
  • L’argilla rossa: dal caratteristico colore conferitole dalla forte presenza di ferro rosso trivalente e l’assenza di alluminio, questa argilla vanta proprietà emollienti, assorbenti e detergenti. Il suo utilizzo è consigliato non solo alle pelli grasse e sensibili ma anche a quelle con particolari infiammazioni cutanee.
  • L’argilla rosa, ottenuta dalla miscelazione di argilla bianca e rossa, è considerata la più delicata e versatile delle argille, lavorando bene sia sulle pelli sensibili sia su quelle più mature. Inoltre, oltre ad avere proprietà detergenti, elasticizzanti e tonificanti ha suo effetto emolliente aiuta ad affinare la grana della pelle fornendole, al contempo, idratazione.
  • L’argilla gialla: particolarmente usata in fitoterapia e cosmesi, si contraddistingue per il particolare colore dovuto alla presenza di illite, rame e ferro. È perfetta per tonificare, levigare e illuminare la pelle del viso. Inoltre, è ottima per esfoliare la pelle e per il trattamento delle pelli a tendenza acneica grazie alle sue proprietà purificanti, esfolianti, lenitive e alla sua capacità di regolarizzare la produzione di sebo.
  • L’argilla blu è il tipo di argilla più particolare e meno conosciuto. È perfetta sia per le pelli secche sia per quelle più grasse grazie alle sue proprietà sebo regolatrici, antinfiammatorie, cicatrizzanti ed energizzanti. Oltre a regolarizzare la produzione di sebo, infatti, ammorbidisce, rinforza e tonifica la pelle, rendendosi un’ottima alleata per contrastare i segni del tempo.
  • L’argilla viola: molto ricca di oligoelementi (persino più dell’argilla bianca) è indicata soprattutto per le pelli più delicate e sensibili. È ideale per purificare, esfoliare e disinfettare la pelle secca o che si arrossa facilmente grazie alle sue proprietà idratanti ed emollienti.

In base alla granulometria ogni argilla assume colore e proprietà differenti: può essere macinata grossa, macinata fine e ventilata (fine o superfine). Cos’è l’argilla ventilata? Quella che presenta una granulometria così fine tanto che la polvere diviene quasi impalpabile.

Quale argilla scegliere nella propria skincare

A questo punto ti starai chiedendo quale sia il tipo di argilla più adatta al tuo tipo di pelle e alle imperfezioni su cui vuoi intervenire come, ad esempio, macchie, cicatrici o rughe.

  • Pelle secca e sensibile: puoi scegliere diversi tipi di argilla per purificare la tua pelle in tutta delicatezza lasciandola morbida e liscia. Prediligi nella tua skincare quella bianca, rosa e viola. Hai una pelle più matura e cerchi i prodotti adatti per contrastare i primi segni del tempo? Scegli una crema viso arricchita con acido ialuronico e non associare mai l’argilla alla vitamina C. Finiresti per portare all’ossidazione quest’ultimo principio attivo senza ottenere alcuno risultato!
  • Pelle mista: l’argilla rossa, bianca e gialla sono perfette per trattare la pelle mista, in quanto detergono e levigano la grana della pelle lasciandola comunque idratata.
  • Pelle grassa: se la tua pelle è caratterizzata da una maggiore produzione sebacea ti conviene optare per l’argilla verde, la più assorbente e purificante tra quelle elencate. In alternativa puoi optare anche per quella rossa, in grado di calmare le irritazioni cutanee. Non dimenticare di abbinare una skincare purificante ma delicata per mantenere sempre pulita e curata la tua pelle!
  • Pelle acneica: per regolare la produzione di sebo, ridurre le infiammazioni cutanee e prevenire le cicatrici è meglio prediligere l’argilla verde, gialla o rossa.

Utilizzi l’argilla nella tua skincare routine? Quale tipo preferisci? Raccontacelo nei commenti!

INDICE DEI PRINCIPI ATTIVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *